Svezia-Italia: chi vince è già agli Ottavi

La seconda giornata del Mondiale 2023 può già riservare alcuni verdetti inerenti le qualificazioni alla fase ad eliminazione diretta. Tra le diverse partite che possono rilasciare verdetti, c’è Svezia-Italia, incontro clou del Girone G. La partita è in programma sabato 29 luglio alle 9:30, con diretta su Rai 1, in streaming su RaiPlay, e sulle frequenze radio di RaiRadio1.

SVEZIA-ITALIA: LO STORICO DEGLI INCONTRI

Svezia-Italia è un incontro classico del calcio femminile. Soprattutto tra gli anni 80-90, le due squadre si sono affrontate una ventina di volte, tra amichevoli, Algarve Cup ed Europei. Il bilancio di questi venti incontri vede la Svezia avanti a 12 vittorie, contro le 4 dell’Italia. 4 invece i pareggi. 37 le reti segnate per le Blågult, 15 per le Azzurre. L’ultima sfida registrata tra le due compagini è stata la finale dell’Algarve Cup 2022. Aperta da Giacinti al 18′, la sfida è stata poi pareggiata da Seger su rigore al 71′. Caruso ha mancato il 2-1 cogliendo una traversa clamorosa, poi ai rigori è prevalsa la Svezia con il 6-5, complice l’errore di Serturini all’ultimo rigore.

COME ARRIVA LA SVEZIA

La Svezia si presenta con una vittoria al 90′ contro il Sudafrica. La rete decisiva è stata siglata da Amanda Ilestedt su angolo di Asllani, in una partita in cui le svedesi hanno sofferto le ripartenze e la fisicità delle Banyana Banyana. Contro le Azzurre, il CT Gerhardsson imposterà sicuramente una partita differente. L’obiettivo delle svedesi sarà controllare il gioco imponendo subito un gran ritmo, cercando di schiacciare l’avversaria nella propria metacampo ed evitando i contrattacchi. Da capire l’impiego di Seger, che subentrò nella finale di Algarve Cup, creando subito un’azione pericolosa e poi siglando il pareggio su rigore, andando a segno anche nella lotteria.

COME ARRIVA L’ITALIA

L’Italia ha una situazione simile a quella della Svezia. Vittoria nel finale (87° minuto) con colpo di testa vincente, stavolta di Cristiana Girelli, su cross da sinistra di Boattin. Il terzino della Juventus potrebbe essere la chiave dell’incontro, soprattutto sui calci piazzati. Obbligatorio invece cambiare atteggiamento tattico rispetto alla gara con l’Argentina, quindi più gioco tra le linee ed evitare di sovraccaricare una fascia senza considerare l’altra. Oltretutto, occorrerà evitare di costringere alcune calciatrici, vedere Giacinti, a giocare con uno stile opposto al proprio. Il vantaggio dell’Italia, è quello di conoscere alcune avversarie, come Sembrant, Asllani e l’ex Juve Lina Hurtig. Lo svantaggio è rappresentato dal fatto che queste giocatrici conoscano a loro volta le italiane.

SVEZIA-ITALIA: PROBABILI FORMAZIONI

Svezia-Italia non dovrebbe registrare stravolgimenti particolari di formazione.

SVEZIA (3-4-2-1): Musovic; Eriksson, Ilestedt, Rytting Kaneryd; Andersson, Rubensson, Angeldal, Björn; Blackstenius, Schough; Blomqvist. C.T.: P. Gerhardsson

ITALIA (4-2-3-1): Durante; Boattin, Salvai, Linari, Di Guglielmo; Dragoni, Giugliano; Cantore, Caruso, Bonansea; Girelli. C.T.: M. Bertolini

Sebastiano Moretta
Sebastiano Moretta
Articoli: 350